Una nuova battuta di arresto per le vendite di Champagne nel 2019

Da qualche anno i produttori di champagne esprimono la loro preoccupazione per il settore. In causa, la legge Egalim. 

Un calo delle vendite in Francia accompagnato da una crescita molto lieve all’estero

Le vendite mondiali di Champagne sono nuovamente diminuite lo scorso anno: le consegne sono scese al di sotto della soglia considerata simbolica di 300 milioni di bottiglie, fermandosi a 297,4 milioni di bottiglie. A livello globale, la riduzione (-1,6%) è simile a quella registrata nel 2018 (-1,8%). Il mercato più debole, sembra proprio essere quello interno. In effetti, le consegne di Champagne in Francia sono diminuite del 4%, fermandosi a 141,6 milioni di bottiglie. Il calo del mercato interno non è stato compensato dalla leggerissima crescita registrata in Europa (+ 1%) e nel resto del mondo (+ 0,4%). 

La legge Egalim potrebbe aver contribuito alla frenata …

I professionisti del settore imputano il calo delle vendite nel mercato interno soprattutto dalla legge Egalim, che ha limitato la quantità di promozioni e sconti autorizzati nei supermercati presenti nel territorio francese. I distributori hanno comunque organizzato una serie di promozioni soprattutto nel periodo delle festività natalizie, ma proprio le vendite di Natale per il 2019 sono state particolarmente deludenti. 

Se si guardano i dati, si nota un mercato dello Champagne a due velocità: proprio questa sarebbe la prova di quanto la legge Egalim potrebbe non fare poi così bene al vino francese più famoso al mondo. Se i produttori la cui attività di vendita si trova prettamente in Francia (in particolare i viticoltori indipendenti e alcune cooperative) sono i più colpiti, quelli che realizzano la maggior parte delle loro vendite grazie all’export (come il brand LVMH) nel 2019 hanno resistito maggiormente alla crisi. Anche marchi importanti come Lanson e Vranken-Pommery (quotati in borsa, ma con attività sul mercato interno) affermano di aver subìto perdite importanti: questi due gruppi hanno annunciato perdite annue nel fatturato globale che vanno dall’8,5% a quasi il 10%. 

… Senza dimenticare che il prosecco italiano è sempre più popolare in Francia

Complessivamente, nel 2019 sono state vendute in Francia circa 20 milioni di bottiglie di prosecco. Anche se le vendite di Prosecco sono ancora di molto inferiori rispetto a quelle di Champagne (141 milioni di bottiglie), c’è da sottolineare che le vendite Oltralpe non smettono di aumentare, soprattutto grazie al prezzo molto più competitivo del Prosecco e alla possibilità per gli attori della GDO di applicare sconti e promozioni senza limiti (il Prosecco non cade ovviamente nel campo di applicazione della legge Egalim). 

Daisy Boscolo Marchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

open page accessibility options
display page in hight contrast
Contrasto elevato
display page with big text
Ingrandisci testi
display page in grey scale color
Scala di grigio
display page in inverted colors
Colori invertiti
display page in low brightness
Bassa luminosità
display page without images
Nascondi le immagini
reset page accessibility options
Reset
closed page accessibility options
Chiudi